natale
Martedì, 04 Ottobre 2016 10:48

Separazione e divorzi

SEPARAZIONE CONSENSUALE, RICHESTA CONGIUNTA DI SCIOGLIMENTO O DI CESSAZIONE DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO E MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI SEPARAZIONE O DI DIVORZIO INNANZI ALL'UFFICIALE DELLO STATO CIVILE
Art. 12 L. 162/201Art. 12 L. 162/2014

In data 11/12/2014 è entrato in vigore l'art. 12 della Legge 10/11/2014 n. 162 il quale prevede la possibilità per i coniugi in possesso dei requisiti previsti dalla legge, di concludere, con l'assistenza facoltativa di un avvocato, innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile del comune di residenza o del comune di iscrizione o trascrizione dell'atto di matrimonio, un accordo di separazione personale o, nei casi di cui all'art. 3, primo comma, numero 2), lettera b) della legge 01/01/1970 n. 898 e successive modificazioni, di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio nonché di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

I requisiti obbligatori sono: l'assenza di figli minori, di figli maggiorenni incapaci o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti.

L'accordo non può contenere patti di trasferimento patrimoniale.

I cittadini interessati potranno recarsi presso l'Ufficio di Stato Civile del comune di loro residenza o ove dove è stato celebrato il matrimonio. In tale sede sottoscriveranno un atto di Stato Civile che conterrà l'accordo raggiunto dai due coniugi e la data di conferma dello stesso. E' possibile avvalersi della presenza facoltativa dei legali.

L'espletamento della procedura avrà un termine concordato dalle parti in ogni caso non inferiore ad un mese e non superiore a tre mesi, termine prorogabile per ulteriori trenta giorni.

L'Ufficio procederà all'acquisizione di tutta la documentazione necessaria alla formazione dell'atto che conterrà l'accordo raggiunto dai coniugi.



Venerdì, 20 Maggio 2016 12:07

Codice Univoco Ufficio di fatturazione (CUU)

ISTRUZIONI PER LA FATTURA ELETTRONICA

Ai sensi di quanto previsto dall’art.9 comma 6 del Decreto MEF n.55 del 3/4/2013, così come modificato dall’art. 25 del Decreto Legge 66 del 24/4/2014 (convertito nella Legge n.89 del 23/06/2014) a decorrere dal 31 marzo 2015 il Comune di Enna non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica tramite il sistema di interscambio SDI .

A tal proposito in ottemperanza all’art.3 comma 1 del DM n.55/2013 sono state individuate nelle 6 AREE dell’organigramma comunale gli uffici destinatari delle fatture elettroniche. Tali uffici sono stati  registrati nell'Indice nazionale delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), con il Codice Univoco Ufficio di fatturazione elettronica (CUU) come di seguito riportato :

  • AREA 1  CUU  ZB7ES7  (Servizi al cittadino e per la Città)
  • AREA 2  CUU  HLKOBS (Urbanistica e servizi pubblici e locali)
  • AREA 3  CUU  6V7563 (Risorse finanziarie e programmazione economica)
  • AREA 4  CUU  PKRC17 (Polizia Locale)
  • AREA 5  CUU  D5ZBHV (Affari generali ed organi istituzionali)
  • AREA 6  CUU  IR5HVJ (Avvocatura Comunale)

Tale codice è un’informazione obbligatoria della fattura elettronica perché consente al sistema di interscambio (SDI) di recapitare la fattura elettronica al destinatario e, come nel nostro caso, all’AREA competente.

Non appena il fornitore inserisce sulla piattaforma SDI una fattura elettronica, questa viene smistata su un indirizzo convenzionale di Posta Elettronica Certificata (PEC) fatturazione.elettronica@pec.comune.enna.it  e se il CUU è stato correttamente inserito, la fattura elettronica viene automaticamente smistata agli uffici competenti.

 

Venerdì, 20 Maggio 2016 11:40

Area Organizzativa Omogenea

Gestione Amministrazione Pubblica e Area Organizzativa Omogenea

Come previsto dell’art.12 del DPCM del 31/10/2000 recante le “Regole tecniche per l’adozione del protocollo informatico” e dell’art.57 bis del CAD, è fatto obbligatorio per tutti gli Enti Pubblici l’accreditamento all’IPA (Indice delle Pubbliche Amministrazioni)  http://indicepa.gov.it , rispettando i vari adempimenti connessi come il fornire informazioni circa la propria struttura organizzativa ed alle Aree Organizzative Omogenee (anche dette AOO). L’applicazione Gestione Protocollo mette a disposizione dell’Ente l’infrastruttura dove è possibile definire alcuni dei requisiti necessari per adempiere alla funzione di accreditamento. Il fine di tale processo è la possibilità di poter identificare univocamente e facilmente l’Amministrazione e la relativa AOO, mittente o destinataria dello scambio documentale fra enti. L’Area Organizzativa Omogenea è rappresentata all'interno di un'amministrazione, dall'insieme di uffici che per funzione e tipologia di attività svolta presentano esigenze di gestione coordinata e unitaria della documentazione. In particolare, all’interno di una AOO esiste un solo servizio di protocollazione informatica dei documenti. Ad una AOO corrisponde pertanto un unico registro generale di protocollo. Una volta che ’amministrazione individua le proprie AOO attribuisce ad esse un codice univoco identificativo.


 

Giovedì, 28 Aprile 2016 10:43

Incarichi dipendenti 2013

Martedì, 24 Novembre 2015 13:06

La Ferrera Cataldo

RUOLO IN CARICA DAL  AL
Segretario Generale  12 Agosto 2015
 10 Ottobre 2015
 
 
Martedì, 24 Novembre 2015 11:41

Giuseppe Scalisi

RUOLO IN CARICA DAL  AL
Segretario Generale  5 Febbraio 2015
 30 Luglio 2015
 
 
Pagina 5 di 6